lunedì 4 febbraio 2008

Il giorno in più

Ho sempre pensato che i libri sono dei viaggi che puoi fare stando seduto su un autobus o su un treno o sul divano. Ci sono storie che mi emozionano, è questo che mi è successo. Sono sul treno sto tornando a casa e ho appena finito di leggere “Il giorno in più”, ultimo libro di Fabio Volo. Mi ha emozionato, sono arrivata al punto e per la prima volta ho sperato che non fosse finito, che magicamente, sfogliando la pagina avrei scoperto un nuovo capitolo. Non so neanche cosa scrivere, talmente tanti sono gli spunti che ha lasciato in me, ci vorrebbero più libri così, pieni di speranza, di sogni, di miglioramenti, di essenza. Essenza di vita, di quello che siamo, di quello che ci accade, di quello che potremmo essere se solo fossimo più liberi di essere noi.
“La vita non è ciò che ci accade, ma ciò che facciamo con ciò che ci accade.”
p.s. il prossimo libro? Esco a fare due passi…

4 commenti:

Riff ha detto...

Di cosa parla il libro di Volo?
Non credo di essere in grado di elargire suggerimenti su cosa leggere...a me piacciono i romanzi gialli...

Riff ha detto...

ps.lo sai che sto scrivendo un romanzo? l'ho un pò accantonato ora perchè sono preso dal nuovo album..ma è così.(non me lo pubblicheranno mai)

mina ha detto...

E' la storia di Giacomo, 35 anni, immerso nel tran tran quotidiano, lavoro, amici e donne, il padre se è andato quando lui era piccolo e il suo rapporto con la madre non è dei migliori, anzi neanche c'è, e poi un giorno sul tram, che prende tutti i giorni per andare a lavoro,c'è lei, il suo viaggio mentale e...E se poi ti racconto tutto che gusto c'è! Compralo!!! Su i libri posso elargire consigli!
p.s. Wow!! Stai scrivendo un libro!!! MITICUUUU!!!...spero me lo farai leggere un giorno!!

Riff ha detto...

Sarai una delle prie,ho già promesso ad una persona di farglielo leggere per prima,io mantengo le promesse,lo leggerai.