martedì 1 luglio 2008

Marta

Eccomi a parlarvi finalmente di lei la mia amica sorella Marta. Marta o la ami o la odi, non ci sono mezze misure, è pignola, dice sempre quello che pensa, non si tiene niente per sè soprattutto le cose che si dovebbereo tacere. E' la razionalità fatta persona, mai un dubbio, un' incertezza, va per la sua strada senza preoccuparsi di niente e di nessuno. La conosco da una vita, 20 anni, ne abbiamo 24. E adesso nel giro di un mese ha rivoluzionato tutta la sua vita, si è fidanzata, è andata a lavorare con la sua dolce metà a Pisa, e vivono insieme. Insomma è stata posseduta da non sò chi. Sento che sta bene, che è contenta, che finalmente sta facendo girare la sua vita nel modo giusto ma...Ma mi manca. Mi manca sentirla quasi tutti i giorni, raccontarle le mie storie, le mie gioie, mi mancano le nostre risate. E poi lui, il suo boy, con cui convive e che conosce da nemmeno un mese. Ilenia dice che dovremmo parlarle, cercare di farle capire che magari è troppo presto programmare tutta la sua vita in funzione di una persona che conosce da così poco, lavorano nello stesso posto, vivono insieme...Ma con Marta non puoi fare questi discorsi al telefono, ti rigira la frittata in un attimo e in un attimo riesce a farti sentire in colpa perchè sembra che non sei felice per lei, lei è contente e va bene così. Forse sono solo preoccupata...io questo non sò neanche chi è, non l' ho mai visto. Ma sò che significa per una volta lasciare il cervello in stand by e andare dove ci porta il cuore e allora capisco che se le voglio veramente bene devo lasciarla libera di andare dove vuole e con chi vuole e farle capire che qualsiasi cosa accada io ci sono e le voglio bene!!

4 commenti:

La Lunga ha detto...

secondo me è meglio lasciarla fare, nel caso andasse male (e tutti speriamo di no!) devi essere pronta a starle vicina. un abbraccio

Sergio ha detto...

Non voglio essere l'uccello dal malaugurio ma le scelte fatte così di fretta non portano mai niente di buono..spero di sbagliarmi..se tu hai provato a parlarle hai fatto bene poi se lei vuole rompersi la testa tu almeno ci hai provato..non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire

Federica ha detto...

io fossi in te proverei a farla ragionare... sarà che come amica son sempre il più razionale possibile!
anche se poi quando le ca***te le faccio io non voglio senirmi dire niente e penso che siano tutti stronzi e non capiscano. son fatta così, mi piace far di testa mia e farmi male. ma poi apprezzo chi mi aveva detto di fare attenzione, forse tornassi indietro continuerei a non ascoltarlo ma questo non importa!

e se stai pensando che essere amica mia è una gran fatica.... hai ragione!!!

mina ha detto...

Io odio dover dire" Te lo avevo detto!!" però da un lato non vorrei che lei vivesse con il rimpianto di non averci provato!!...quindi per il momento taccio! Ma non credo che reggerò molto!!