giovedì 20 marzo 2008

Stiamo sulla stessa barca

"A te che che sogni una stella ed un veliero
che ti portino su isole dal cielo più vero
a te che non sopporti la pazienza
o abbandonarti alla più sfrenata continenza
A te hai progettato un antifurto sicuro

a te che lotti sempre contro il muro
e quando la tua mente prende il volo
ti accorgi che sei rimasto solo
A te che ascolti il mio disco forse sorridendo

giuro che la stessa rabbia sto vivendo
stiamo sulla stessa barca io e te
ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti . . .
A te che odi i politici imbrillantinati

che minimizzano i loro reati
disposti a mandare tutto a puttana
pur di salvarsi la dignità mondana
A te che non ami i servi di partito

che ti chiedono il voto un voto pulito
partono tutti incendiari e fieri
ma quando arrivano sono tutti pompieri
A te che ascolti il mio disco forse sorridendo

giuro che la stessa rabbia sto vivendo
stiamo sulla stessa barca io e te
ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti ti . . . "
Rino Gaetano 1980
...Lo so sembra strano ma a quanto pare i politici che c'erano negli anni '80,sono gli stessi che abbiamo oggi, dopo quasi trent'anni...
Povera Italia!!

4 commenti:

Oreste ha detto...

Ciao Mina, felice di conoscerti e auguroni di BUONA PASQUA. Un bacio Oreste

mina ha detto...

Buona pasqua anche a te!

iLLuMiNaZiOnE pReMaTuRa ha detto...

Io avrei sottolineato "A te che sogni una stella ed un veliero, che ti portino su isole dal cielo più vero, a te che non sopporti la pazienza o abbandonarti alla più sfrenata continenza, a te che hai progettato un antifurto sicuro, a te che lotti sempre contro il muro, e quando la tua mente prende il volo t'accorgi che sei rimasto solo"

Scusa l'intrusione ma di fronte a Rino non resisto

C

mina ha detto...

Sono contenta della tua intrusione! Ho sottolineato l'altra fase per far riflettere sul fatto che la nostra situazione politica è uguale a quella degli anni '80. Noi siamo rimasti un pò indietro, ma Rino no.