venerdì 23 maggio 2008

I liceali


Fiction italiana, su canale 5. Ci sono capitata per caso, con lo zapping tra un canale e l' altro.

Beh ecco vi devo dire le storie raccontate sono interessanti, ma la visione che danno dei giovani liceali, appunto, è a dir poco inquietante! Allora abbiamo di tutto, dal figlio di papà, ovviamente problematico, a cui non importa di niente e di nessuno, poi ci sono le fighette di turno, interessate a come smaltire quei chili in più tra saune e diete, poi il figlio del meccanico, che a causa di un problema finanziaro è costretto a tornare a vivere dalla nonna con tutta la faiglia al seguito, il tipo alternativo, con una madre ubriacona che si riempi oltre che di alcol anche di valium. In maniera tranquilla si parla di sesso, di presidi che mettono le corna alle moglie con la giovanissima insegnate di francese, di amore, di come la stupidità possa costringere una ragazza al suicidio. Insomma c' è di tutto di più. Ma è proprio così la nuova generazione dei liceali? Così materiali, poco attenti a se stessi e anche agli altri, così stupidi?! sì perchè la visione che ne da questa fiction è deprimente, una marea di idioti, volgari ragazzini viziati, incapaci di scegliere chi essere perchè troppo occupati a uniformarsi alla massa....Ma poi come in tutte le fiction sboccia un piccolo raggio di speranza, piccoli liceali che cercano di uscire dal muro da dove si sono nascosti...ma poi dopo un secondo sono già dietro al muro.

Vi prego ditemi che le generazioni future sono migliori di come vengono descritte dai "I Liceali"

5 commenti:

La Lunga ha detto...

lo sai facevo lo stesso ragionamento stasera con una mia amica al telefono! io non ho ancora visto le prime puntate 2 puntate, le ho fatte registrare, ma l'ultima (quella del tentato suicidio) ha reso comunque bene il clima della serie. io ci sono rimasta un pò così perchè mi aspettavo una cosa più sul comico-romantico cone fù di compagni di scuola, che andò in onda proprio mentre ero al liceo. con la mia amica riflettevamo che ci siamo identificate tantissimo in quella serie e oggi giorno si rispeccheranno in questa: la storia del video sul cellulare è lampante, ogni tanto si sente di qualche adolescente che si lancia dal terrazzo, proprio a scuola magari. e dire che sono passati 6 anni... io non ho granchè speranze in queste nuove generazioni, ma la colpa non è loro. c'era qualcosa di sbagliato già in quelle prima, per allevarne una così disastrata. forse la speranza è in noi, che siamo quelli in mezzo. che non abbiamo ancora procreato una generazione e stiamo vedendo cosa ne esce da quelle di adesso. scusa la lunghezza... spero di essermi spiegata!

mina ha detto...

Scusa di che?! Anche a me capita di confrontarmi con le mie amiche su queste generazioni di liceali, e noi a loro confronto eravamo veramente delle Alice nel paese delle meraviglie. Forse l'errore che si fa è che diamo alla scuola più doveri di quelli che realmente ha. Deve educare, insegnare, infondere i valori, creare in toto le future generazioni! ma la famiglia dove è?

La Lunga ha detto...

esatto! è la famiglia a dover fare il grosso.. alla fine a scuola stai 5 o 6 al giorno.. il resto lo passi a casa!mah.. speriamo bene nelle prossime generazione...

Sergio ha detto...

Io sto vedendo i liceali sin dalla prima puntata..e, sono contento perchè vedo in quelle puntate ciò che penso sia attualmente il mondo scolastico..io sono un pò pessimista su questa generazione, li vedo sempre più alla deriva..addirittura oggi gli insegnanti sono passati per incapaci e non possono nemmeno alzare la voce che rischiano di essere picchiati o denunciati..è uno schifo..viva i tempi delle maestre che davano le bacchettate..ma avete ragione..non deve essere la scuola a formare ma le famiglie..ma spesso sono assenti..non so da voi, ma qui quanti ragazzini e ragazzine fanno i loro comodi a tutte le ore per le strade..speriamo bene nel futuro!

mina ha detto...

E infatti speriamo bene...ma non vorrei che ci rimanga solo questa!!