martedì 3 maggio 2011

Dovrei solo crederci di più

Piove e in fondo io pure come il tempo oggi sono nuvolosa ed uggiosa. Dovrei crederci di più alle mie possibilità e invece mi sono adattata al lavoro e a quello che la vita mi ha offerto fino ad ora e che è stato davvero molto poco. E' bastato il blocco del bancomat nell' attesa di una nuova carta che non arriva per farmi rendere conto che a 27 anni il bilancio della mia vita è a dir poco disastroso.  Un anno di lavoro con la totale consapevolezza che non avrò mai il contratto a tempo indeterminato, un anno di lavoro senza esser riuscita a mettere un euro da parte perchè le spese da affrontare sono sempre superiori al mio stipendio, un' ultima settimana in cui 4 mattine su 6 sono andata a lavoro non contenta. Io che sono sempre col sorriso perchè il bicchiere l ho sempre visto sempre pieno oggi più che mai lo vedo in mille pezzi. Dovrei crederci di più o forse ci ho creduto troppo e ho fatto male. Aspetto che la vita da dove ha tolto mi dia quel qualcosa in più che stasera, mentre sento Jeff Buckley, non vi so dire. Vorrei a volte non sentirmi come una che la vita l ha già capita tutta, come una che si adatta a prendere solo quello che arriva senza cercare la sua strada. E io stasera la mia strada credo di averla persa. Sono stanca.  Questo momento come molti che ho avuto passerà, domani magari mi basterà guardare mio nipote negli occhi per capire che la vita ancora non l ho capita e in fondo non l ho mai capita, mi farà un sorriso e mi solleverò come ho già fatto centinaia di volte ma stavolta più che mai farò i conti con me stessa perchè quello che mi spetta dalla vita me lo prenderò, riprenderò il cammino cercando di ritrovare la mia strada perchè devo crederci di più.

7 commenti:

marta ha detto...

quasi quasi lo prendo e lo copio sul mio blog...
mi sento nello stesso modo, ora più che mai.

mina ha detto...

Noi ce la feremo amica a superare questo momentaccio!! ti voglio bene!!!

Lunga ha detto...

basta che visiti il mio blog e puoi capire quanto ti capisco.... ne usciremo a testa alta?!?!? speriamo... magari è solo un momento di pessimismo!

Carlo De Petris ha detto...

:(

Forza e coraggio, guarda sempre in avanti

sul "devo crederci di più" come ben sai ci ho dedicato tutto il mio blog, non posso che riaffermare con forza il concetto.

*hug*

Cdp

Federica ha detto...

anche io ultimamente mi sento proprio così! ti abbraccio!

valerio ha detto...

ti capisco, credo. e quando mi perdo rileggo questo

"Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore...
Chiunque crede che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non sa nulla dell'uva"

mina ha detto...

Grazie valerio!!! Ma da dove è tratta?