mercoledì 11 marzo 2009

Vado dove volevo andare

In questi giorni di totale frenesia tra colloqui per lo stage, fad da ultimare, carrelli da finire e analisi strutturali da risolvere, il blog è un pò lasciato a se stesso. Ma oggi eccolo l' input per scrivere qualcosa. Vado dove volevo andare. Tra i vari colloqui l' ho trovato il mio posto, quello dove sono certa di imparare qualcosa di nuovo e dove sò di poter lavorare bene. Sarà solo uno stage per ora ma non è detto che nn mi assumano. Stamattina ho fatto il secondo di colloquio perchè nel primo avevo parlato poco, lo avevo fatto in coppia con una mia amica,e io che non amo parlare sopra alla gente me ne sono stata un pò in disparte. Ma stamattina credo di averla dimostrata la mia motivazione e anche la mia bravura, che va molto oltre il voto di laurea, mi ha chiesto se gli lasciavo il mio book di tesi e glielo ho lasciato, poi me lo riprenderò. Vi dò delle notizie veloci sullo studio. Allora si chiama Duck design e fondamentalmente si occupa di interni di barche e si trova al centro di Roma, per essere precisi sopra a Piazza di Spagna e l' Architetto è molto bravo, sembra un pò il mio relatore di tesi.
Il 25 marzo mi imbarcherò su una nuova barca, non sò bene dove mi porterà ma so sicuramente che sarà un bel viaggio.

5 commenti:

Federica ha detto...

che bello!
e poi che bello lavorare in una zona così bella!

mina ha detto...

infatti, roma è bella tutta, ma il centro ha qualcosa di speciale!speriamo bene Fede!!

La Lunga ha detto...

bene, sono contentissima per te, dopo tanta fatica avere un bel risultato così!

mina ha detto...

Adesso devo solo impeganrmi per dimostrare quanto valgo e poi si vedrà...però sono fiduciosa!!

Andrea. ha detto...

In bocca al lupo.