venerdì 30 gennaio 2009

I giorni della merla

29, 30, 31 Gennaio, eccoli i giorni della merla, i giorni più freddi dell' anno. Beh in effetti sono freddi, ma c' è un bel sole che scalda, almeno finchè non tramonta e allora si che arriva il freddo.
Si narra che tanto tempo fa i merli fossero bianchi . Poi durante questi 3 giorni, a causa del troppo freddo, una mamma merlo con i suoi piccoli si rifugiò in un camino e dopo 3 giorni uscì completamente nera. Da allora i merli sono stati neri e il 29, il 30 e il 31 gennaio sono chiamati i giorni della merla. Leggenda forse, ma rende bene l' idea. Quando ho ascoltato questa leggenda alla radio ho pensato che alcune volte l' uso di storie ci rende la vita migliore, ci allegerisce. E allora ho pensato a quando da piccola mi raccontavano le storie, le favole, a quando leggevo i racconti di re e regini, di streghe e folletti e ho rimpianto quel tempo, dove pensavamo che tutto era possibile, che un principe su un bel cavallo bianco arrivava e baciava la bella principessa addormentata, dove un re trasformava tutto quello che toccava in oro, dove c' erano case fatte interamente di dolci , dove c' erano burattini che diventavano bambini. Poi sono tornata ad oggi e oggi vorrei ascoltare quelle storie, avere ancora la sensazione che è ancora tutto possibile.

lunedì 26 gennaio 2009

giovedì 22 gennaio 2009

FaD

Oggi è iniziata la FaD, ovvero è iniziato il mio incubo.
Non ci si capisce un tubo, o meglio è una cosa che avviene tramite forum e tramite lezioni on line, peccato che a me la lezione on line non è partita. A quanto pare c' è un problema con il plug in del programma che serve per accedere alle lezioni on line. Indi per cui almeno per oggi niente lezione on line, ho cercato di seguire tramite il forum. Poi ci hanno dato un esercizio da fare e abbiamo iniziato, anche se anche qui ci sono stati un pò di problemi, certo avere il prof in carne ed ossa a cui chiedere le cose è un altro discorso. Diciamo che oggi è stato di rodaggio, speriamodoman vada meglio e spero di riuscira a risolvere il problema delle lezioni on line, altrimenti è tragica!

TOD'S

Ieri finalmente ho fatto il mio primo colloquio di lavoro, alla TOD'S. Per essere il primo mi è andata bene, la ragazza che si occupava dei colloqui è stata molto gentile, ma partiamo dall' inizio.
Siamo partiti io e papà ieri a mezzogiorno, il colloquio era alle 4:30 ma visto che ho dovuto fare 250 Km, la partenza è stata ragionevole. Inutile dire che il tempo purtroppo non lo è stato lo stesso, non ha smesso un attimo di piovere. Ho guidato sempre io, così ho scaricato un pò la tensione. Per raccontarvi tutte le peripezie non basterebbe un post, tra rotatorie che si moltiplicavano in maniera esponenziale, una semi sfuriata con papà per cercare di fargli capire il perchè mi facevo questo viaggio della speranza, la ricerca disperata di questo posto, disperso nell' area industriale marchigiana. E poi finalmente sul filo dei secondi sono arrivata. Sono entrata, ho compilato una scheda e ho atteso un' ora che mi chiamassero. Si perchè il colloquio era fissato per le 16:30, ma io sono entrata alle 17:35. Come mi ha spiegato la ragazza poi, l' altra che si occupa dei colloqui non stava bene e quindi lei poverina era da sola. Varcata quella porta ho pensato cheera il momento di lasciare l' ansia fuori edi giocarmi le mie carte fino all' ultimo. E così ho fatto.
Avevo portato con me un portfolio con i miei lavori e uno mi è sembrato averla colpita parecchio. Era lo studio dell' ergonomia del colore applicata ad una cucina. Mi ha spiegato chi stanno cercando e di che cosa si occuperà l' eventuale futuro designer. Dovrà occuparsi degli allestimenti dei loro negozi, partendo dall'idea per poi arrivare alla realizzazione vera e propria. Bello!!
Lei mi ha fatto capire che visto che devo fare uno stage per il master loro sarebbero propensi ad accettare un mio stage presso di loro. Io le ho spiegatoche le mie difficoltà sono puramente di carattere economico. Il viaggio tutti i giorni è praticamente impossibile e prendere una stanza nelle vicinanze idem o quasi.
Mi spiego. Adesso ho domandato a quelli del master se c' la possibilità che la regione si sobbarchi almeno l' affitto della stanza e poi al resti penserei io. Inoltre la TOD'S prevede un rimborso spese per gli stagisti e la tessera della mensa. Adesso nel frattempo cerco di capire quanto può costare la vita li, e aspetto fiduciosa una risposta dal master.
Speriamo bene...

lunedì 19 gennaio 2009

Sette Anime


Allora io lo sapevo che era un pò drammatico, ma che fosse anche così bello proprio no. Inutile dire che per la seconda volta il duetto Muccino - Smith ha dato i suoi bei frutti. Prima di decidere di andare a vedere questo film, ho seguito un' intervista dello stesso Muccino, a Parla con me, un programma diSerena Dandini. Beh ecco, lì mi è salita la curosità. Ha parlato di Amore, e mentre nella Ricerca della felicità il tema centrale era sulla famiglia, qui il tema centrale è l' amore appunto. Ascoltando i miei amici che erano già andati a vederlo ho sentito opinioni diverse, bello ma una mattonata, finale scontato e altro. Per quanto mi rigurda G. Muccino stavolta si è superato, un vero inno all' amore in tutte le sue forme. Un Will Smith che continua a stupire, perchè non è vero che deve fare solo film in cui fa il figo, io l' ho trovato perfetto. Certo il primo tempo è stato un pò di preambolo alla storia, in alcuni tratti un pò lento ma poi nel secondo tempo la storia scorre veloce e fluida. Film che davvero è imperdibile.

http://www.mymovies.it


domenica 18 gennaio 2009

Ai miei figli

Ieri sera parlavo con la mia persona speciale, che è davvero speciale. Parlavamo di questo mio 2009 iniziato con tante belle sorprese, di questo colloquio di mercoledì che ipoteticamente potrebbe aprirmi delle porte di cui non conoscevo neanche l' esistenza. Ho ripensato ai miei anni di università, sudati fino all' ultimo, con un voto di laurea che non credevo di meritare e voi sapete il perchè, al tempo passato davanti a questo schemo, alla ricerca di qualcosa di nuovo, di bello. Dopo la Laurea, dopo che tutti mi dicevano che come minimo per un lavoro avrei dovuto aspettare 1 o 2 anni, ho creduto di aver sbagliato percorso, di aver seminato in un terreno arido. Ogni mattina mi sono alzata con la speranza che quello fosse il giorno per me, il mio giorno, il mio momento. Ho sacrificato sabati e domenica di svago per cercare la mia strada, per costruirlo io giorno dopo giorno il mio percorso. Poi è arrivato il master, primo piccolo segnale che forse non è davvero stato poi tutto sbagliato, la speranza era quella di un inserimento nel mondo del lavoro e non di un' esperienza tanto per sporcare il curriculum. Poi dopo la telefonata di martedì e questo appuntamento per un colloquio ho iniziato a pensare che la mia strada l' ho trovata. Ai miei figli dirò che i sacrifici che si fanno sono per noi stessi, che le cadute anche quelle più in basso, sono il punto di partenza per una nostra più forte rinascita, che niente è già scritto, che è tutto in continua evoluzione come noi stessi. Ai miei figli dirò che alcune volte se si semina bene si può raccogliere bene, gli dirò che dai terreni più aridi possono nascere i fiori più belli.

giovedì 15 gennaio 2009

1%

Siamo in metro io e S. Linea A, che sembra andare pianissimo, saliamo nelle carrozze centrali e con S. ci spingiamo verso la fine della metro. Il bello della nuova metro A è che le carrozze sono tutte attaccate e che quindi quando c' è poca gente sei libero di andare dove vuoi. Ad un tratto S. tira fuori il cell, forse un messaggio, si gira verso di me e dice:" Ecco i messaggi che uno dovrebbe ricevere!"..Leggo..."Scopamo stasera"...allibisco, glielo ha mandato una ragazza...credo abbia studiato in un convento di Orsoline!! Mi volto e gli chiedo se andrà...e lui con molta calma mi dice, stasera me ne sto a casa. Il cell torna nella tasca, ma il discorso si sposta su un altro piano. Mi accenna come lui vive i rapporti, a come sia attratto dalla passione, dall' attimo, da quella speciale alchimia se si crea tra due persone anche solo dopo 5 minuti, mi racconta che ha conosciuto una ragazza, che è attratto da lei ma lei è fidanzata e se sa benissimo che nel 99% dei casi andrà male, quell' 1% vale più di tutto....rappresenta una "sfida". Io ascolto ma non faccio a meno di dire la mia. Ha detto che noi donne siamo troppo complicate, che prima di lasciarci andare, troppa di acqua ne deve passare sotto i ponti, e io gli ho solo risposto che in fondo abbiamo anche un cervello da far funzionare ogni tanto, non possiamo mettere in discussione un rapporto duraturo e che va bene perchè magari parliamo bene con uno che conosciamo da 5 minuti. Sono venuta a conoscenza del fatto che gli uomini sono come le scimmie!! Testuali parole di S. Ma non nel senso che la loro evoluzione mentale e fisica si sia fermata al paleolitico, ma nel senso che, se ci avete fatto caso le scimmie per saltare da un ramo all' altro si tengono ai due rami contemporaneamente, con un braccio a quello che stanno per abbondonare e con l' altro a quello che li reggerà in futuro, solo quando sono sicuri del secondo lasciano il primo. ...Questa a casa mia si chiama paraculite altro che scimmie...è tempo di separarci io continuo in direzione Rebibbia e lui verso Laurentina. "Scimmia ci vediamo domani!"

mercoledì 14 gennaio 2009

Ultimo piccolo aggiornamento

Allora stamattina ho ricevuto la risposta dalla TOD'S group. La signora gentilissima aveva in mente la data del colloquio per questo venerdì, ma purtroppo ho dovuto rimandare. Adesso io ho dato la mia disponibilità per la prossima settimana, ovviamente dopo che lei mi aveva dato la sua di disponibilità. Aspetto loro notizie.
Intanto ho dato uno sguardo al loro sito e la cosa che mi ha stupito di più è stato che sul loro sito si può andare a visitare la loro quotazione in borsa. Puoi visitare le loro filiali nel mondo, le loro note legali. Per curiosità ho cliccato sulla loro distribuzione, Europa, Asia e USA, e ovviamente l' Italia. Che dire...qualcosa si sta muovendo!!

martedì 13 gennaio 2009

La svolta...forse.

Sono in macchina, stamattina, in ritardo come al solito, destinazione Roma, destinazione master. Ad un tratto squilla il telefono, numero sconosciuto, penso che sarà la solita signorina che vorrà propinarmi chissà quante bottiglie di vino o chissà quale altra diavoleria. Rispondo. Dall' altra parte c' è si una signorina, ma mi chiama per un lavoro. Mi chiama dalla TOD'S GROUP. Mi ha chiamato perchè io ho inviato la mia candidatura, non mi ricordo più neanche quanti mesi fa, mi chiede se sono disponibile per un colloquio. Accosto. Mi chiede se lavoro, e dico di no ma dico del master e del fatto che in previsione c'è uno stage in un' azienda di cui posso dare la preferenza.
Lei mi dice che loro stanno cercando una persona già da fine anno e che ora stanno stringendo i tempi, io gli faccio capire che sono interessata e che magari con il master posso fare qualcosa. Lei si fa ripetere il master che faccio e gli dico che le reinvierò il mio cv aggiornato. Le faccio capire che lo scopo dello stage è quello di un assunzione e lei mi dice che loro cercano una persona da assumere con un contratto a tempo determinato. Mi faccio lasciare la sua mail per il cv e poi riattacco. Mntre riprto penso che forse questa potrebbe essere una svolta, certo l' azienda sarebbe a Civitanova Marche, ma un sacrificio per il futuro si può pure fare. Intanto stasera le ho reinviao il cv, aggiornato. Staremo a vedere.

lunedì 12 gennaio 2009

Definizioni & co

Ci sono cose che non possoro essere definite o a tutto può essere dato un nome? Che sia un rapporto, un sentimento, un dolore, una passione siete ma stati alle prese con qualcosa che per mancanza di parole o per necessità non avete definito? Per esempio il cameriere che ogni mattina vi prepara il caffè chi è? Un amico, un conoscente, un semplice lavoratore che fa il proprio lavoro, un confidente o un indefinito? Alcune volte siamo talmente presi dalla necessità di trovare una definizione a tutto che perdiamo di vista il resto, anzi il tutto. Ci siamo mai fermati ad osservare lo sguardo del nostro barista, di colui che ci prepare la bevanda che ci da la carica. Forse no, troppo indaffarati, troppo di corsa, troppo esigenti. Dico a voi che alcune volte le cose si definiscono da sè, trovano il loro nome da sole. Se è vero che c' è un tempo per tutto, arriverà il tempo delle definizioni, il tempo dei nomi che non vi sarà più difficile trovare.

Un carrello appendice

E dopo un cellulare, dopo varie parti meccaniche, il compito per il 19 marzo è la modellazione, udite udite, di un carrello appendice! Uno di quei magnifici mezzi, che attaccati dietro alle macchine servono a contenere ogni cosa, dalle valigie, ai cani, alle moto, alle barche. La cosa positiva, si fa per dire, è che dopo aver fatto un indagine di mercato e di normativa ci possiamo sbizzarire sulla loro funzione. Ma ditemi voi come si fa?? S. se n' è uscito con il carrello che attaccato alla smart può contenere altre due donne, M. con il carrello, che gentilmente offerto da Ikea, userai per portarti a casa i tuoi acquisti. Inutile dire che il carrello andrà montato personalmente da te e che sarà impossibile smontarlo. Abbiamo pensato che G. può fare un carrello con lo schermo del cinema incorporato, visto che lui e il cinema sono una cosa sola e poi dopo le varie cavolate ci siamo arenati...credo che il prof. abbia capito di non aver riscosso molto successo con questo oggetto. Ma siccome che" quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare", vedrete dei carrelli che voi umani non osate immaginare.

domenica 11 gennaio 2009

Mi manchi già



Per l'indefinito della S.N.

venerdì 9 gennaio 2009

Prima esercitazione

Oggi prima esrcitazione al master. Ovvero esercizio con voto annesso. Insomma una sorta di esonero, giusto per vedere a che punto siamo. L' oggetto dell' esercitazione era un cellulare, o meglio la modellazione dei componenti di un cellulare. Insomma 5 ore davanti allo schermo a modellare 7 degli 8 componenti di un cell. Credo che sia andata bene, 7 su 8 è una buona media.
Prima di iniziare con S. ci sono venuti in mente i fogli protocollo. Personalmente sono anni che non li uso, l' ultimo l' ho usato all' esame di matematica, il primo anno di università. Ci sono venuti in mente i bei tempi dell' università e sono usciti fuori nomi di professori e materie e racconti e poi ops era ora di iniziare.
Stasera siamo stati in aula fino alle 7 e mezza....mamma mia avevo gli occhi a pezzi. Poi di corsa a prendere la metro...di corsa?! Vabbè con S. la parola corsa non è contemplata.
E domani ho in mente....poi vi racconterò.

giovedì 1 gennaio 2009

Capodanno 2008!!!

Vi racconto.
Allora io a Capodanno avrei dovuto lavorare, ma poi non se ne è fatto più niente e quindi...
E quindi capodanno in Piazza, per essere precisi al Colosseo al concerto della grande Gianna Giannini. Veramente un bel concerto, ma iniziamo dall' inizio.
Allora con la mia cara amica I. siamo andate a Roma intorno alle 7, 30. Con la metro B siamo scese a Circo massimo perchè la stazione di Colosseo era chiusa visto che l' anno scorso dei baldi giovani hanno spaccato tutto. Mamma mia che scarpinata, abbiamo dovuto fare un giro di peppe infinito, avevavo chiuso tutto il Colosseo. Poi il problema cena si è risolto con un bel panino con la coltoletta preso in un chiosco a Piazza di Spagna. Poi ci siamo dirette a piedi verso il colosseo, che bella che era Roma!! Io e I. abbiamo deciso di prenderci le caldearroste, calde e buone.E poi accalcate tra la folla come sardine a Mezzanotte abbiamo brindato, fiumi di prosecco, spumante e altri liquori ci sono piovuti sulla testa, macchiando i nostri giubotti ma lavando via dalla mente il 2008 e tutto quello che ci ha portato. Poi lei ha iniziato ad intonare le su canzoni, da Fotoromanzo a Moscaceca, da Bello impossibile a Latin lover. Adrenalina allo stato puro. Vi devo dire la verità prima di mercoledì notte non evevo seguito molto Gianna Nannini, ma ammetto che è stata molto brava, soprattutto nella scelta delle canzoni.
Insomma io e I. ci siamo proprio divertite. Al ritorno via dei fori imperiali era un cumulo di bottiglie vuote, di cocci, di sciarpe, cappelli e anche qualche ombrello.
Al di là di tutto credo che ogni festa se passata con le persone a cui vogliamo bene diventi speciale, quindi GRAZIE I.!!! Mia cara amica!!